CIPRO: NUOVA MISSIONE DIPLOMATICA DELL'ONU
CIPRO: NUOVA MISSIONE DIPLOMATICA DELL'ONU

Nicosia, 2 lug. - (Adnkronos/Dpa) - Nuova missione diplomatica a Cipro. L'inviato speciale delle Nazioni Unite a Cipro, Diego Cordovez, ha avuto incontri separati con il presidente greco cipriota Glafcos Clerides e con il leader turco cipriota Rauf Denktash, al termine dei quali pero' non ha rilasciato alcuna dichiarazione. Nuovi colloqui si svolgeranno domani e sabato l'ex ministro degli Esteri ecuadoregno ripartira' da Cipro, in due dal 1974 quando le truppe turche occuparono la parte settentrionale dell'isola creando la ''Repubblica turca di Cipro Nord'', riconosciuta solo da Ankara. A due giorni dalle accuse del segretario generale dell'Onu, Kofi Annan, contro i turco ciprioti per aver causato lo stallo nei colloqui con i greco ciprioti, Cordovez si trova a dover affrontare il difficile compito di creare un terreno comune perche' le due parti riprendano i colloqui.

Le decisioni del Consiglio di sicurezza dell'Onu di rinnovare il mandato dei 1.200 caschi blu presenti sull'isola (Unficyp) e di ribadire il riconoscimento della parte greco cipriota dell'isola, la Repubblica di Cipro, hanno provocato l'ira dei turchi ed in particolare di Denktash. Il leader turco cipriota ha dichiarato che in ritorsione a tali decisioni potrebbe imporre limiti all'accesso del personale Onu nella parte turca di Cipro, dove si trova una guarnigione di 35mila soldati turchi. Una restrizione simile imposta ai diplomatici britannici e dell'Unione Europea in ritorsione alla decisione di tenere fuori la Turchia dall'allargamento dell'Ue, aveva isolato i turco ciprioti fino a quando gli Stati Uniti non inviarono il mediatore Richard Holbrooke, che cerco', senza successo, di ''disinnescare'' la tensione e riportare i turchi sul binario dei colloqui.

(Ses/Zn/Adnkronos)