FONDI EBRAICI: BERNA CONDANNA LE SANZIONI CONTRO LE BANCHE
FONDI EBRAICI: BERNA CONDANNA LE SANZIONI CONTRO LE BANCHE

Berna, 2 lug. - (Adnkronos/Ats) - Il governo svizzero definisce ?controproducenti, ingiustificate e contrarie al diritto? la decisione del ?comitato Hevesi? che apre la via a sanzioni ?contro imprese svizzere?. In una dichiarazione pubblicata il governo assicura loro appoggio ?nei limiti delle sue possibilit?? qualora ricorressero alle vie legali e aggiunge che sta valutando ?altri passi, in particolare nell'ambito della WTO? (OMC, Organizzazione mondiale del commercio).

Secondo il Consiglio federale, le sanzioni ?mettono in pericolo i buoni rapporti bilaterali tra Svizzera e USA?. Il governo rammenta che Washington si ? gi? pronunciata pi? volte contro simili sanzioni da parte di stati ed enti locali statunitensi e si aspetta ora che ?rispettando i suoi obblighi internazionali impedisca tali sanzioni?.

Il Consiglio federale aggiunge che ?non si lascer? influenzare da simili tentativi di far pressione?. La Svizzera e le sue banche- aggiunge - hanno gi? preso ?misure estese e senza precedenti in rapporto al loro ruolo nella Seconda guerra mondiale?. Misure che hanno ottenuto pi? volte ?il riconoscimento dei governi americano e israeliano?. Le sanzioni ?mettono in pericolo l'attuazione di queste misure?, ?attizzano polemiche e confronto e non giovano in alcun modo alle vittime dell'Olocausto?. Il governo elvetico invita dunque organizzazioni ebraiche, avvocati dei sopravvissuti e autorit? locali americane a desistere dalle ?inaccettabili minacce? e a tornare alle ?serie, quiete discussioni? sulle questioni irrisolte.

(Ses/Pn/Adnkronos)