POLITICA ESTERA: DINI, NESSUNA AMBIGUITA' O INCOERENZA (2)
POLITICA ESTERA: DINI, NESSUNA AMBIGUITA' O INCOERENZA (2)

(Adnkronos) - ''Il secondo principio che chiamerei degasperiano -ha continuato poi il titolare della Farnesina- e' nella dimensione etica che deve ispirare ogni politica estera''. E dopo aver ricordato che il disegno di integrazione comunitaria altro non e' stato che ''la traduzione in termini pratici di un profondo ripensamento della storia europea'', Dini ha ribadito che ''in un mondo reso ancor piu' interdipendente dall'economia globale, resta ancor piu' valida la lezione degasperiana del primato dei diritti dell'uomo e delle liberta' fondamentali''.

Ultimo principio e' quello del ''coraggio delle decisioni talvolta solitarie. Nell'eta' della politica dominata dai sondaggi di opinione, dalla necessita' talvolta ossessiva -ha aggiunto il ministro- di collocarsi confortabilmente nella maggioranza, resta ancora piu' valido l'insegnamento degasperiano della politica come leadership''. Una leadership che certo deve ''essere sottoposta alla verifica insostituibile ed empirica del suffragio universale'', ma - continua Dini- che sia ''capace di guardare anche oltre l'orizzonte piu' immediato e di sfidare, lo abbiamo visto con l'Euro, anche i rischi della impopolarita''.

(Ses/Zn/Adnkronos)