EMARGINATI: IN EUROPA SONO MASCHI, 25 ANNI, SINGLE (2)
EMARGINATI: IN EUROPA SONO MASCHI, 25 ANNI, SINGLE (2)

(Adnkronos) - Dalla comparazione dei dati emerge quindi che in tutti e tre i campioni esiste una informazione di base circa le infezioni da Hiv (l'80,7% degli spagnoli, il 61,5% degli italiani e il 41,7% dei greci conosce il significato di sieropositivo; il 90 % in Italia e Grecia e l'84% in Spagna conosce il termine Aids), alla quale per' non corrisponde una reale percezione del rischio e la conseguente adozione di comportamenti utili ad evitare il contagio. Il 47% del campione italiano, il 39,5% del campione greco e ben il 48,7% del campione spagnolo e', infatti, a rischio di infezione Hiv per rapporti sessuali non protetti e per scambio di siringhe.

E ancora. i giovani italiani accedono ai servizi socio-sanitari piu' dei loro coetanei greci e spagnoli, rispettivamente il 67%,il 53,4% e il 13,9%, ma questi ultimi due possono contare sull'aiuto e il sostegno della famiglia, del tutto inesistente per il giovane italiano. In Grecia, per esempio, una larga percentuale di soggetti (30,8%) affermano di essere aiutati finanziariamente dalle loro famiglie mentre solo il 17% riceve sussidi pubblici, una percentuale simile (18,5% e' stata riscontrata nel campione spagnolo.

In conclusione quindi, nel campione italiano la condizione di emarginazione sembra assumere una connotazione sociale diversamente da quanto accade ad Atene e Madrid, dove l'emarginazione giovanile sembra legarsi a comportamenti devianti quali l'abuso di sostanze stupefacenti (ad Atene fa uso di droghe ben l'87,5% del campione, a Madrid il 74,3% mentre nel campione italiano solo il 28,8% dichiara di assumere sostanze stupefacenti). Caratteristica del campione spagnolo e' il coinvolgimento in attivita' illecite: il 27% a fronte dell'11% e del 4,2% riscontrato rispettivamente nel campione italiano e in quello greco.

(Ste/Zn/Adnkronos)