EMARGINATI: IN EUROPA SONO MASCHI, 25 ANNI, SINGLE
EMARGINATI: IN EUROPA SONO MASCHI, 25 ANNI, SINGLE

Roma, 6 lug. - (Adnkronos) - Maschio, tra i 25 e i 29 anni, single, fumatore, con un buon livello di istruzione. E' l'identikit del giovane emarginato quale emerge da uno studio comparativo, condotto dalla Caritas Diocesana di Roma in collaborazione con la Caritas Hellas e la Fundacion Anti Sida Espana, durato oltre un anno con l'obiettivo di delineare il profilo del giovane emarginato, analizzare i comportamenti a rischio e indagare sulle reali conoscenze di termini come sieropositivita' e Aids. Lo studio si e' svolto a Roma, Atene e Madrid ed ha coinvolto 1200 giovani tra i 18 e i 35 anni.

Dall'indagine risulta quindi che il giovane emarginato italiano e' maschio, di eta' superiore ai 25 anni, single, fumatore, istruito ma disoccupato e senza fissa dimora. Vive principalmente di assistenza sociale. Conosce, almeno nella terminologia, l'Aids ma questo non lo mette al riparo dal rischio del contagio dovuto principalmente a relazioni sessuali non protette. Anche per quanto riguarda la Grecia si puo' dire che l'emarginazione e' un fenomeno prettamente maschile.

Anche il giovane emarginato greco, infatti, e' maschio, piu' giovane degli spagnoli e degli italiani, single, fumatore e con un buon livello di istruzione. Ha una condizione sociale soddisfacente (vive in appartamento e lavora) ma a cio' si contrappone il grave problema dell'abuso di droghe. Anche lui e' a rischio, anche se percentualmente meno dei coetanei italiani e spagnoli. L'identikit dell'emarginato spagnolo rispecchia i due precedenti: maschio, di eta' superiore ai 25 anni, fumatore, istruito, con un lavoro. E' a conoscenza della terminologia legata all'Aids, ha effettuato il test per l'Hiv almeno una volta, ma corre molti piu' rischi rispetto ai greci e agli italiani, soprattutto a causa di comportamenti sessuali inadeguati. (segue)

(Ste/Zn/Adnkronos)