INCENDI: INCONTRO OPERATIVO ALLA REGIONE CALABRIA (2)
INCENDI: INCONTRO OPERATIVO ALLA REGIONE CALABRIA (2)

(Adnkronos) - La riunione e' stata convocata dal presidente della Regione Giuseppe Nistico' il quale nell'introdurre i lavori, ha sottolineato la gravita' del fenomeno che si e' sviluppato con 250 focolai rendendo difficile ogni tipo d'intervento sia a terra, dove sono stati impiegati circa duemila uomini, sia per via aerea, anche se i mezzi sono arrivati con notevole ritardo, a causa del vento che soffiava a circa 80 km all'ora''.

Nistico' ha pero' tenuto a precisare che i primi soccorsi aerei chiesti tempestivamente al dipartimento della Protezione civile nazionale sono arrivati solo dopo 30 ore. ''Ecco perche' e' necessario -ha detto Nistico'- un serio e qualificato coordinamento tra tutte le strutture che sono chiamate ad operare''. L'assessore alla Protezione civile Nicodemo Filippelli, dal canto suo, ha puntualizzato che, secondo quanto previsto dalle legge in materia, il ruolo della Regione e dell'Afor e' stato svolto con grande puntualita' ''malgrado il nostro compito sia solo quello di partecipare all'operazione di supporto, poiche' l'intervento operativo -ha aggiunto Filippelli- spetta allo Stato. Quando abbiamo chiesto l'invio degli aerei -ha sottolineato l'assessore alla Protezione civile- ci e' stato risposto che quattro erano fermi per manutenzione e gli altri erano stati inviati in altre regioni''.

Ma quanto e' avvenuto -a giudizio di Filippelli- in questi giorni e' stato davvero straordinario, se si pensa che si sono sviluppati contemporaneamente 250 punti di fuoco in diverse zone del nostro territorio. Questo -ha sottolineato Fillippelli- farebbe pensare alla natura dolosa di cio' che e' avvenuto''. (segue)

(Nsp/Gs/Adnkronos)