MANI PULITE: ALL IBERIAN, PARLA IL DIFENSORE DI BERLUSCONI
MANI PULITE: ALL IBERIAN, PARLA IL DIFENSORE DI BERLUSCONI

Milano, 6 lug. - (Adnkronos) - Nessuna ricusazione ne' richiesta di remissione al processo All Iberian per Silvio Berlusconi. Ad una settimana dal duro sfogo del leader di Forza Italia contro i giudici milanesi, e l'annuncio di voler spostare tutti i processi che lo coinvolgono ad altra sede, il professor Ennio Amodio, legale del Cavaliere, ha tenuto quest'oggi una difesa tecnica molto articolata davanti ai giudici della seconda sezione penale nell'ambito di quel procedimento, da poco sdoppiato, che vede Silvio Berlusconi accusato di illecito finanziamento per i 20 mld e rotti versati a Bettino Craxi.

''Nessuna ricusazione. In questo processo giochiamo, per cosi' dire, a bocce ferme'', diceva lo stesso Amodio poco prima di dar via alla sua arringa difensiva. La stessa linea sara' seguita al processo ''Guardia di Finanza'' che domani si concludera' con la sentenza di primo grado per gli imputati. Sia All Iberian che Guardia di Finanza, dunque, potranno rientrare in una eventuale richiesta di spostare i processi da Milano solo in una fase successiva, cioe' in appello. Per quanto riguarda le accuse del processo All Iberian, il professor Amodio ha innanzitutto ricordato che la causale commerciale di quei 20 mld e rotti passati, sostiene l'accusa, sui conti dell'ex leader socialista, sta nella transazione commerciale per i diritti televisivi di diverse pellicole di cui si e' occupato Tarak Ben Ammar. (segue)

(Cri/Pn/Adnkronos)