ROMA: ABETE (CONFINDUSTRIA), RUOLO NUOVO PER LA CAPITALE
ROMA: ABETE (CONFINDUSTRIA), RUOLO NUOVO PER LA CAPITALE

Roma, 6 lug. - (Adnkronos) - Un ruolo internazionale per Roma, capitale del Mediterraneo. E' quello chiesto ad alta voce dall'Unione Industriali romana nel convegno organizzato stamane nella sua sede di via Po, per mettere a confronto lo stato di avanzamento delle diverse iniziative promosse dall'associazione degli imprenditori capitolini, legate appunto al ruolo internazionale che Roma deve svolgere.

''E' importante, in un momento cosi' difficile per la citta', dare un ruolo, una funzione, un'immagine nuova a Roma - ha affermato il presidente dell'Unione Industriale Giancarlo Abete - per coniugare il passato e il presente, utilizzando strumenti che devono diventare al piu' presto operativi, come lo sportello unico per le imprese, il city manager, il marketing urbano e un ordinamento speciale per la Capitale. Il progetto di Roma citta' internazionale, che abbiamo promosso con Ecomed ed Eurispes, sostenuto dal ministero degli Esteri, ha l'ambizione di realizzare vantaggi competitivi, che accrescano il valore e le potenzialita' del prodotto-citta' nel contesto internazionale''.

Il convegno ha fornito al sindaco Francesco Rutelli l'opportunita' di annunciare ''entro il prossimo agosto il varo dell'Agenzia Internazionale, struttura ritenuta essenziale dal mondo dell'impresa, che fungera' da supporto a una politica industriale del territorio che rilanci l'imprenditorialita' e attragga investimenti dall'estero. E con la costruzione del Centro Internazionale Congressi - ha aggiunto Rutelli - Roma puo' rafforzare il suo ruolo preminente nel turismo d'affari''.

Una maggiore internazionalizzazione delle imprese e una rapida liberalizzazione delle professioni e' quanto ha chiesto Rosario Alessandrello, consigliere di Confindustria incaricato per i rapporti internazionali, per ''accrescere la competitivita' nel settore del terziario avanzato, in modo particolare per vincere la sfida del mercato del commercio elettronico, in fase di forte sviluppo nell'area del Mediterraneo''.

(Bon/Pn/Adnkronos)