ROMA: GUERRA DI CIFRE ATAC-COTRAL/SINDACATI SULLO SCIOPERO
ROMA: GUERRA DI CIFRE ATAC-COTRAL/SINDACATI SULLO SCIOPERO

Roma, 6 lug. - (Adnkronos) - Come da prassi consolidata, finito lo sciopero scoppia la guerra delle cifre. L'adesione all'astensione dal lavoro per i lavoratori dei mezzi di trasporto pubblici della Capitale e' stata ''scarsa'' secondo l'Atac-Cotral ma ''forte'' a giudizio della Cnl, il sindacato che, con Cgil e Cisal, ha proclamato l'agitazione odierna, dalle 9 alle 13, per bus, tram e metropolitane.

''Per lo sciopero, sono rientrate nei depositi 770 vetture Atac sulle 1.456 che dovevano circolare (53% di scioperanti) - comunica l'azienda - La linea A della metropolitana ha funzionato, anche se con la meta' dei treni in servizio. Sulla linea B i macchinisti in sciopero sono stati 9 su 25 (36%) ma l'adesione dei sei tecnici della sala operativa, senza i quali per ragioni di sicurezza la metropolitana non puo' funzionare, ha completamente bloccato il servizio. Sulle ferrovie Cotral Roma-Lido, Roma-Pantano e Roma-Viterbo il servizio si e' svolto pressoche' regolarmente. Per quanto riguarda le autolinee extraurbane, sono saltate tra il 25% e il 30% delle corse''.

La Cnl, invece, commenta ''con soddisfazione la riuscita dello sciopero odierno, a Roma e nel Lazio: 70% di adesione nella metropolitana, con chiusura totale della linea B; 60% nelle autolinee extraurbane Cotral; 60% nel servizio urbano Atac''. Il sindacato autonomo, inoltre, sottolinea ''la gravita' della decisione aziendale di mantenere in esercizio, durante lo sciopero, la linea A della metropolitana mettendo, in questo modo, in pericolo la sicurezza degli utenti: risulta, infatti, che hanno prestato servizio non piu' di dieci treni su venti''. E conferma i prossimi scioperi del 14 e del 24 luglio. (segue)

(Bon/Pn/Adnkronos)