SCUOLA: U. AGNELLI, DEVONO VALERE REGOLE DI MERCATO
SCUOLA: U. AGNELLI, DEVONO VALERE REGOLE DI MERCATO

Torino, 6 lug. (Adnkronos) - Accettare la concorrenza tra pubblico e privato, avere il coraggio politico di sperimentare il ''vaucer'' o forme di defiscalizzazione delle spese formative sostenute dal cittadino presso istituzioni di sua scelta. A proporre la ricetta per migliorare il ''sistema delle conoscenze'' in Italia e' Umberto Agnelli, presidente dell'Ifil.

Intervenuto ad un dibattito sul sapere e la politica, organizzato dalla Fondazione Rosselli, il presidente dell'Ifil si e' soffermato sulle istituzioni formative che ''in troppi casi, per inefficienza, lassismo o altro, non rispondono correttamente al loro compito''. Secondo Umberto Agnelli, le responsabilita' sono da ricercare in ''carenze strutturali ben identificate: scuola e universita' producono sapere e cultura, ma sono deboli nel professionalizzare; il sistema e' in grave ritardo nel rispondere alle esigenze della societa' dell'informazione e dell'internazionalizzazione; quasi non esiste la riqualificazione e l'aggiornamento degli adulti''. Per questo secondo Umberto Agnelli occorre ''superare gli schemi tradizionali, prendere come riferimento l'eccellenza, accettare la concorrenza tra pubblico e privato''. (segue)

(Abr/Gs/Adnkronos)