DIFESA: ANDREATTA, SI COMBATTE ANCHE CON LE INFORMAZIONI
DIFESA: ANDREATTA, SI COMBATTE ANCHE CON LE INFORMAZIONI

Roma, 17 lug. (Adnkronos) - ''Esiste un problema di difesa dei centri di comando e di controllo dalle penetrazioni informatiche''. E' quanto ha riconosciuto il ministro della Difesa Nino Andreatta, intervenendo alla presentazione della ricerca, curata dal Centro Militare Studi Strategici, sul tema ''Combattere con le informazioni''.

''Proprio perche' i sistemi integrati richiedono un forte uso dell'informatica, sono per questo sensibili a qualsiasi forma d'attacco alle informazioni - ha sottolineato Andreatta - Usiamo sistemi che sappiamo essere penetrabili, ma non adottiamo adeguati sistemi di difesa. E' un campo di preoccupazioni che non puo' essere trascurato; dobbiamo imparare a tutelarci, cosi' come fanno le grandi banche mondiali''.

Per il presidente del Centro Alti Studi per la Difesa, il generale Pietro Solaini, ''l'aspetto piu' interessante di questo conflitto informatico e' che si tratta di una guerra incruenta, che tende ad amplificare il valore dei fattori 'tempo' e 'spazio'. Del resto, persino i recenti Mondiali di calcio potevano essere combattuti al computer''. Piu' scettico sul prevalere della guerra informatica su quella tradizionale si e' dimostrato il generale Carlo Jean, autore della prefazione alla ricerca, per il quale ''il fattore umano continuera' a svolgere un ruolo preminente''. (segue)

(Bon/Pe/Adnkronos)