D'ALEMA: SEGRETARI REGIONALI DS, AL SUO POSTO? D'ALEMA...
D'ALEMA: SEGRETARI REGIONALI DS, AL SUO POSTO? D'ALEMA...

Roma, 17 lug. (Adnkronos) - Massimo D'Alema bacchetta il partito e lancia una sfida-provocazione: la mia linea, dice il leader della Quercia, e' questa. Se non vi piace sceglietevi, un altro segretario. Ma i dirigenti regionali dei Ds non sembrano propensi a raccogliere la sfida, almeno non con toni battaglieri. Al posto di D'Alema, dunque, sceglierebbero... D'Alema. E' quanto emerge da un rapido giro d'Italia telefonico condotto dall'Adnkronos.

Nessun cambio al vertice, assicura il segretario del Veneto Mauro Bortoli. ''La fiducia verso D'Alema -dice- e' oggi ampia e non credo che l'idea di cambiare segretario passi per la testa di qualcuno. In ogni caso, sarebbe un passaggio traumatico, oltre che dannoso in un momento in cui invece c'e' bisogno di rafforzare maggioranza, governo e partito''. Bortoli considera giusto il richiamo di D'Alema al partito, e si dice d'accordo con il segretario anche sul dialogo, necessario, con l'opposizione e con Berlusconi.

''Un conto -spiega- e' esprimere un giudizio su questo centro-destra, sul Polo, su Berlusconi e sulle sue assurde recriminazioni contro la magistratura; un altro e' considerarlo, a ragione, il capo dell'opposizione, in rappresentanza di circa 16 milioni di cittadini ed elettori. E come forze di governo, i Ds non possono ignorare questo fatto. Ma non vi e' alcuna voglia di inciuci, come si diceva fino a qualche tempo fa, o di pastrocchi. Le riforme devono essere le regole di tutti e da tutti vanno realizzate''. (segue)

(Fer/As/Adnkronos)