DS: FOLENA, SI' AL DIALOGO CON LA DESTRA SULLE REGOLE (2)
DS: FOLENA, SI' AL DIALOGO CON LA DESTRA SULLE REGOLE (2)

(Adnkronos) - Il responsabile Giustizia dei Democratici di Sinistra dice poi a chiare lettere che ''indietro, per i Ds, non si torna''. Non si torna, cioe', ''all'epoca della giustizia forte con i deboli e debole con i forti''. Folena condanna quindi la ''palese voglia di restaurazione che trasuda dalle posizioni di Berlusconi e di Cossiga''. Ed esprime apprezzamento per le parole pronunciate dal presidente Scalfaro davanti al Csm. ''Abbiamo applaudito le parole, tutte le parole -sottolinea Folena- con cui il presidente Scalfaro si e' rivolto al Consiglio superiore della magistratura. Scalfaro che con saggezza ha dato in questi anni un grande contributo perche' il Paese ritrovasse fiducia e speranza''.

L'esponente dei Ds rileva quindi come sia sembrato, ''a causa della sbagliata polemica che Di Pietro ha aperto nei confronti del Quirinale, che Scalfaro abbia parlato per bacchettare il pool di Milano. Il Presidente, invece, ha richiamato tutti alle proprie responsabilita, i politici -rileva Folena- e soprattutto i leader a rispettare le regole e i poteri dello Stato, i magistrati a sforzarsi di essere e anche di apparire equanimi, imparziali, terzi''.

Per questo, il responsabile Giustizia della Quercia spiega che il suo partito rifiuta ''il clima da Far West politico-giudiziario che Berlusconi sta cercando di imporre con un crescendo di toni e di invettive, dal congresso di Assago ad oggi, dietro cui si vede affermarsi un'ideologia illiberale, contraria ad ogni regola, con la sostituzione del diritto con la legge della jungla''. Folena ammette quindi che ''nel Far West politico-giudiziario, nel duello tra il Buono e il Cattivo, ci si puo' anche appassionare in una delle tifoserie contrapposte''. Ma, avverte, ''alla fine il cittadino rimane fuori''. (segue)

(Vlo/Zn/Adnkronos)