GIUDICE: EX LEGHISTA NEGRI RACCONTA, BOSSI HA CHIESTO IL 'NO'
GIUDICE: EX LEGHISTA NEGRI RACCONTA, BOSSI HA CHIESTO IL 'NO'

Roma, 17 lug. - (Adnkronos) - Luigi Negri, ex segretario della Lega Lombarda, siede oggi sui banchi di Rinnovamento Italiano alla Camera. Ma ricorda bene quel giorno del '93, quando Bossi lo invito a restarsene a casa a Milano, invece che andare a Montecitorio per votare sull'autorizzazione a procedere per Bettino Craxi. Ora assicura che il leader del Carroccio ha fatto lo stesso con la richiesta di arresto a carico del forzista Gaspare Giudice.

''Si e' replicato lo stesso copione -assicura- Bossi ha detto ai suoi di votare contro l'autorizzazione all'arresto''. Come nel '93. ''Erano i giorni in cui si stava formando il governo Ciampi. E Bossi era molto preoccupato per le conseguenze politiche per la Lega. All'ultimo minuto, ecco la grande pensata: in aula disse ai suoi di votare a favore di Craxi, per poi dare la colpa ai partiti 'mafiosi e consociativi'''.

''A me personalmente -dice ancora Negri- chiese di restare a Milano il giorno del voto. Li' per li' non capii, ma poi fu tutto chiaro: dovevo tenermi pronto per organizzare una grande manifestazione. Cosa che avvenne puntualmente la sera stessa, con tanto di cortei, slogan e sventolio di bandiere davanti a palazzo di Giustizia. E con Bossi, acclamato e trionfante, al suo arrivo da Roma...''.

(Pol/Pn/Adnkronos)