GIUSTIZIA: FOLENA RILANCIA LOTTA A CORRUZIONE E MAFIA
GIUSTIZIA: FOLENA RILANCIA LOTTA A CORRUZIONE E MAFIA

Napoli, 17 lug. (Adnkronos) - Lotta alla mafia e lotta alla corruzione. Sono questi le ''questioni capitali'' della legalita' sulle quali i democratici di Sinistra, dagli Stati Generali sulla giustizia di Napoli, rilanciano il loro ''impegno'' e la loro ''sfida''.

Ad affrontare i due temi e' il responsabile giustizia Pietro Folena che parte dalla lotta alla corruzione. ''Come si esce da un sistema di corruzione? -Si chiede- e' questa la vera domanda, prima ancora se e quando si puo' chiudere Tangentopoli. Siamo noi pronti -si chiede ancora- a darci gli strumenti a monte che riducano e limitino i fenomeni illegali? Siamo pronti, con rapidita' a svoltare sul terreno dell'etica pubblica? Se siamo pronti, anche i conti con gli anni di Tangentopoli si potranno fare meglio''. Ma, avverte, ''non con l'amnistia o con il colpo di spugna, che non garantirebbe prima di tutto i diritti degli imputati. Ma sperimentando in questo campo sanzioni penali che manifestino in modo nuovo il biasimo pubblico''.

A questo proposito, il responsabile giustizia dei Ds tiene a sottolineare che ''la condanna alla detenzione, salvo i casi piu' gravi, spesso non e' efficace o perche' arriva tardi o perche' troppo dura''. Per questo, osserva, ''sanzioni penali per chi ammette le proprie responsabilita' come la restituzione del maltolto, o forti condanne pecuniarie, e la decadenza e l'ineleggibilita' a cariche pubbliche potrebbero essere piu' efficaci e riconosciute dall'opinione pubblica''. (segue)

(Vlo/Zn/Adnkronos)