GIUSTIZIA: VIOLANTE, MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE SI PARLINO
GIUSTIZIA: VIOLANTE, MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE SI PARLINO

Napoli, 17 lug. - (Dall'inviato dell'Adnkronos Daniela Reggiani) - ''Sono assolutamente convinto che maggioranza e opposizione, in un sistema democratico, devono parlarsi. La differenza tra politica e guerra e' questa: in guerra non ci si parla, in politica si'''. Luciano Violante interviene agli Stati generali dei Ds sulla giustizia. E, a margine del convegno, invita ''a mettere da parte i muri e a cercare di parlare di quello che e' l'interesse primario del Paese''.

Il presidente della Camera e' preoccupato del muro contro muro tra maggioranza e opposizione sulla giustizia. ''Mi preoccupano i muri comunque -dice- Abbiamo appena finito di buttare giu' quello di Berlino, spero che non ne vengano fuori altri. Si puo' essere avversari, non nemici. Se si e' nemici -sottolinea Violante- si scivola verso la guerra''.

Violante insiste: ''bisogna superare le difficolta' di questo momento, gli insulti e queste cose inaccettabili. Invece, bisogna avere la forza, la fiducia e la determinazione di parlare. Poi ognuno sta sulle sue posizioni, ma bisogna sapere quali sono le idee e le proposte degli altri e misurarsi su tutto. Se i margini per ricucire non ci sono, osserva il presidente della Camera, ''si possono costruire''. (segue)

(Rgg/Pn/Adnkronos)