PRODI: ATTACCO A BERLUSCONI E 'MESSAGGI' A PRC E D'ALEMA (2)
PRODI: ATTACCO A BERLUSCONI E 'MESSAGGI' A PRC E D'ALEMA (2)

(Adnkronos) - Tra le proteste dei senatori del Polo, sedate a fatica dal presidente Mancino, Prodi ha continuato nella sua risposta a Berlusconi, inviando pero' chiari messaggi anche a D'Alema.

''Il clima che si e' alimentato in questi giorni con dichiarazioni, manifestazioni e propositi proclamati, di trasformare una commissione di inchiesta in un banco di accusa della magistratura hanno confermato i dubbi e le contrarieta' che su questa ipotesi sono state formulate il 7 luglio dal relatore di maggioranza e dal ministro Flick. Peraltro questo giudizio, che qui riconfermiamo -ha aggiunto- non ci impedisce affatto di valutare utile al Paese che il Parlamento possa darsi strumenti di indagine intorno ai problemi che in questi anni sono emersi attorno al grande tema della questione morale''.

Attacco a Berlusconi e difesa della magistratura. Le disfunzioni della giustizia esistono e vanno corrette, ma occorre riconoscere che i magistrati ''hanno svolto in questi anni un ruolo fondamentale e prezioso per aiutare l'Italia a costruire il suo futuro. La lotta ad ogni forma di criminalita', compresa quella direttamente riconducibile alle deviazioni che si sono purtroppo diffusamente manifestate nel sistema politico italiano, e' stata la migliore dimostrazione del fatto che la nostra magistratura costituisce un baluardo a difesa della legalita' e del buon funzionamento delle nostre istituzioni, quali che siano gli interessi e le personalita' coinvolte''. (segue)

(Fer/Zn/Adnkronos)