PRODI: CONFINDUSTRIA, NESSUN PASSO AVANTI SIGNIFICATIVO (2)
PRODI: CONFINDUSTRIA, NESSUN PASSO AVANTI SIGNIFICATIVO (2)

(Adnkornos)- D'Amato ribadisce quindi che, a fronte di precise condizioni, le imprese sarebbero in grado di creare centomila posti di lavoro nel giro di due anni: ''ma perche' questa avvenga occorrono flessibilita', riduzione del costo del lavoro, politiche fiscali adeguate, infrastrutture e lotta alla criminalita'. In quest'ordine -spiega- le stesse imprese hanno indicato le loro esigenze al sondaggio che abbiamo commissionato alla Doxa. E' ora quindi che il governo compia scelte forti: basta con le sperimentazioni, sono due anni che si sperimentano misure per il sud ma l'occupazione resta ferma''.

D'Amato, inoltre, ricorda che nel discorso del presidente del Consiglio, attraverso la conferma dell'approvazione entro l'anno della legge sulle 35 ore: ''c'e' un ulteriore cedimento ai ricatti di Bertinotti'' un concetto ripreso anche dal direttore generale di Confindustria, Innocenzo Cipolletta, secondo il quale ''il governo oggi non doveva fare alcuna concessione a Rifondazione perche' in realta' Bertinotti sta aspettando al varco la legge finanziaria. Siamo certi che il 30 settembre Rifondazione si presentera' per mettere all'incasso un nuovo pezzo di 'cambiale'''.

(Nnz/As/Adnkronos)