PRODI: COSI' VUOLE INCASSARE I DIVIDENDI DEL RISANAMENTO
PRODI: COSI' VUOLE INCASSARE I DIVIDENDI DEL RISANAMENTO

Roma, 17 lug. - (Adnkronos) - Calo della pressione fiscale, aumento degli investimenti. Questo e' il ''dividendo'' del risanamento che Prodi ha tutte le intenzioni di far incassare al paese per spingere con forza la crescita dell'occupazione e del Mezzogiorno. Delle cinquantaquattro cartelle lette oggi al Senato molte sono state dedicate a disegnare il ''nuovo grande ciclo riformatore'' che ha uno dei pilastri proprio nella crescita del paese.

Prodi rivendica per il suoi ventisei mesi di governo un ''bilancio positivo'': il risanamento dei conti ''ha restituito sicurezza finanziaria e fiducia nel futuro dell'Italia'', ha liberato una grande massa di capitali, grazie al calo dei tassi, ora disponibili per gli investimenti. Due anni fa ''non erano solo i conti economici a preoccupare'' ma ''vi era nel paese un generale senso di smarrimento''.

IL 'DIVIDENDO' DEL RISANAMENTO. Nel corso del '98 possiamo gia' incassare ''il dividendo della crescita dell'economia e quello della riduzione dei tassi di interesse''. Questo consente di consolidare i risultati del '97 nel disavanzo dei conti pubblici e ''allo stesso tempo ridurre la pressione fiscale e far recuperare alla spesa per investimenti il terreno perduto negli anni passati''. Gli obiettivi ''saranno compatibili con un avanzo primario che -dice Prodi- nei prossimi anni potra' permanere ai livelli del '98, inferiore percio' di ben 1,3 punti percentuali rispetto a quello del '97''. Un impegno ''che il paese puo' permettersi di prendere senza sacrifici aggiuntivi''. (segue)

(Gic/Pn/Adnkronos)