PRODI: SERVE PIU' CONCORRENZA NELL'ENERGIA
PRODI: SERVE PIU' CONCORRENZA NELL'ENERGIA

Roma 17 lug. -(Adnkronos)- Il governo ''dovra' agire con sollecitudine sulla diffusione di una piu' ampia concorrenzialita' nei settori pubblici e privati ancora protetti''. Il presidente del consiglio, Romano Prodi, ribadisce cosi' la volonta' del governo di aiutare la ripresa economica anche attraverso una forte azione di liberalizzazione. Come si e' gia' cominciato a fare nel commercio e con il ddl sulle attivita' professionali, come occorre fare nel settore energia. ''La concorrenza - dice- deve provocare i suoi benefici effetti anche nel settore dell'energia, dove la riduzione dei prezzi all'origine non si e' trasformata in riduzione dei prezzi finali della benzina, del gasolio e dell'elettricita', e nel settore dei servizi pubblici locali in cui si genera una quota ancora troppo elevata del nostro potenziale inflazionistico''.

Eni, Enel, servizi pubblici locali, ma anche tlc e Tv . Prodi, ricordando il varo dell'Authority sollecita il completamento della riforma del sistema delle comunicazioni tra cui, ricorda, spiccano le nuove regole per un moderno sistema radio-televisivo.

(Sec/Zn/Adnkronos)