CINA: DOPO 31 ANNI RIAPRE IL GIORNALE GIAPPONESE SANKEI SHIMBUN
CINA: DOPO 31 ANNI RIAPRE IL GIORNALE GIAPPONESE SANKEI SHIMBUN

Tokyo, 22 lug. - (Adnkronos/dpa) - Svolta nelle relazioni tra Cina e media giapponesi. Torna a Pechino, ma anche a Taipei il quotidiano di Tokyo ''Sankei Shimbun'', chiuso 31 anni fa, nel settembre del 1967, cioe' in piena rivoluzione culturale, dalle autorita' cinesi ''per motivi politici''. Da allora nessun media del Sol Levante aveva piu' aperto un ufficio di corrispondenza in Cina, nonostante la ricca presenza di redazioni di televisioni, agenzie e giornali internazionali nel paese.

I vertici del ''Sankei Shimbum'', riferisce l'agenzia Kyodo, hanno accettato come condizione la ''sorveglianza'' di Pechino sui temi di politica interna. ''Abbiamo con la Cina posizioni diverse per esempio su Taiwan -ha spiegato il direttore del quotidiano giapponese, Nagayoshi Sumida- ed e' stato duro convincere le autorita' di Pechino a consentirci di aprire un ufficio a Pechino e contemporaneamente a Taipei. Hanno ceduto soltanto quando ci siamo impegnati a considerare come sede centrale quella di Pechino''.

L'accordo e' stato raggiunto ieri pomeriggio dopo un lungo colloquio tra il ministro degli esteri cinese e il presidente del quotidiano.

(Ses/Pn/Adnkronos)