M.O.: MORDECHAI, GLI USA TORNINO A MEDIARE (3)
M.O.: MORDECHAI, GLI USA TORNINO A MEDIARE (3)

(Adnkronos) - Una prova di queste tensioni si era avuta ieri quando il leader spirituale del partito ultraortodosso Shas, il rabbino Ovadia Yosef, aveva chiesto a Netanyahu di interrompere i negoziati durante il periodo di lutto religioso che precede il ''Tisha Be'av'', che cade il due agosto, giorno in cui si commemora la distruzione del primo e del secondo tempio di Gerusalemme. Le tre settimane di lutto sono iniziate gia' dieci giorni fa, ma la tradizione lo vuole piu' stretto a partire dal primo giorno del mese di ''Av'', cioe' venerdi' prossimo. Da questo giorno gli ebrei osservanti sono tenuti ad evitare di stringere qualsiasi tipo di accordo con i ''gentili''.

Il premier israeliano, pur ringraziando e tributando il suo rispetto al rabbino, aveva affermato pero' che i colloqui non potevano essere interrotti. Contro la richiesta-ordine del rabbino si era espresso anche il presidente israeliano Ezer Weizman, sottolineando che questi negoziati siano una questione ''di vita o di morte''.

(Ses/As/Adnkronos)