M.O.: MORDECHAI, GLI USA TORNINO A MEDIARE
M.O.: MORDECHAI, GLI USA TORNINO A MEDIARE

Gerusalemme, 22 lug. (Adnkronos/Dpa) - Dopo tre giorni di negoziati diretti che non hanno prodotto nessun sostanziale avvicinamento, il ministro della Difesa israeliano Itzhak Mordechai ha chiesto agli Stati Uniti di tornare a mediare, inviando il coordinatore speciale per la pace in Medio Oriente, Dennis Ross, di nuovo al tavolo delle trattative con i palestinesi, per raggiungere al piu' presto l'accordo sul rispiegamento delle truppe israeliana dalla Cisgiordania.

Il leader palestinese Yasser Arafat ha detto che non si opporra' alla richiesta della mediazione americana: ''e' un tentativo israeliano di far tornare di nuovo la questione sul binario americano'' ha dichiarato Arafat a Gaza, al termine di un incontro con l'ex premier israeliano Shimon Peres. I palestinesi hanno pero' fatto capire che i negoziati degli scorsi giorni sono falliti e non verranno ripresi, senza l'intervento degli americani. ''Gli israeliani non hanno portato assolutamente nulla di nuovo'' ha dichiarato il consigliere di Arafat, Nabil Abu Rdainah, specificando che la validita' della richiesta americana di negoziati diretti e' da considerarsi finita ''perche' nessun progresso e' stato fatto''. Abu Rudeineh ieri aveva lanciato un ultimatum di 24 ore agli israeliani, dicendo che se alla scadenza di queste la proposta americana, del ritiro israeliano dalla Cisgiordania del 13 per cento, non fosse stata accettata, i negoziati si sarebbero dovuti ritenere falliti. (segue)

(Ses/As/Adnkronos)