EMERGENZA CALDO: DALL'AMBIENTE ARRIVA CASA 'AUTORINFRESCANTE'
EMERGENZA CALDO: DALL'AMBIENTE ARRIVA CASA 'AUTORINFRESCANTE'

Roma, 25 lug. - (Adnkronos) - Caldo da morire? Niente paura. Dagli esperti del Cnr e dell'Enea sono in arrivo tetti e vetrate ''intelligenti'', in grado di produrre l'energia necessaria per rinfrescare le case quando fa caldo. Non e' fantascienza ma un progetto strategico del ministero dell'Ambiente. Fa parte del 'pacchetto clima' approvato dal governo per rispettare gli impegni dell'Italia a Kyoto di tagliare del 6,5% le emissioni di Co2. ''Il traguardo -spiega il ministro dell'Ambiente Edo Ronchi- sono 10 mila tetti e vetrate fotovoltaici entro il 2002, per produrre l'elettricita' necessaria a raffreddare o riscaldare gli edifici''.

Secondo le stime dell'Enea, almeno 50 mila italiani potrebbero vivere in queste case 'autorinfrescanti', nei prossimi anni. Del resto anche in Germania, in Giappone e negli Stati Uniti sono state avviate ricerche sui materiali ''intelligenti'' capaci di produrre una parte dell'energia necessaria per la climatizzazione e il riscaldamento delle abitazioni. In Italia, il progetto ''tetti e vetrate fotovoltaici'' sara' coordinato in parte dal Cnr e in parte dall'Enea e puo' contare su un primo stanziamento di 2 miliardi di lire per i prossimi due anni nell'ambito del Piano stralcio per l'innovazione ambientale presentato dal ministro in questi giorni.

''L'obiettivo e' di dimezzare il costo della tecnologia fotovoltaica e svilupparla a livello commerciale, con un marchio italiano che ci metta all'avanguardia in questo campo'' sostiene ancora Ronchi. E non e' questa l'unica novita'. Fra i progetti strategici per la lotta al surriscaldamento globale, il ministro ha inserito sia gli edifici a 'basso impatto energetico', sia la 'climatizzazione estiva degli edifici' con consumi energetici minimi, da raggiungere ''dedicando particolare attenzione ai nuovi materiali e a soluzioni impiantistiche per il raffrescamento solare''. (segue)

(Ccr/Pn/Adnkronos)