FISCO: COMM. FINANZE, MEGLIO NON CAMBIARE NOME AL SECIT
FISCO: COMM. FINANZE, MEGLIO NON CAMBIARE NOME AL SECIT

Roma 27 lug. (Adnkronos)- Per il Secit e' meglio mantenere l'attuale nome: a sottolinearlo e' la commissione finanze della Camere nel suo parere allo schema di decreto legislativo che ridisegna, ampliandoli, i compiti del Servizio centrale degli ispettori tributari.

La commissione Finanze, nel dare il suo parere favorevole al provvedimento, consiglia anche di mantenere per i componenti del Servizio la definizione di Ispettori valutando eventualmente la possibilita' di aggiungere la qualifica di Esperto. Quanto alle procedure di nomina del direttore del servizio e dei coordinatori delle due sezioni (attivita' di controllo e attivita' di studio e analisi) la commissione consiglia di generalizzare la norma che prevede la nomina da parte del ministro delle finanze.

Tale disposizione introdotta dallo schema di decreto per il coordinatore della nuova sezione studi e analisi, ad avviso della commissione servirebbe a garantire ''una maggiore uniformita' di indirizzo e la necessaria coerenza strategica e operativa nelle diverse attivita' svolte dal Servizio''.

(Sec/As/Adnkronos)