FISCO: CONFEDILIZIA SU RELAZIONE CORTE CONTE SU TASSE LOCALI
FISCO: CONFEDILIZIA SU RELAZIONE CORTE CONTE SU TASSE LOCALI

Roma, 27 lug. - (Adnkronos) - ''La denuncia della Corte dei Conti fotografa in modo esemplare la situazione fiscale italiana, basata -in buona sostanza- su un gioco delle parti fra Stato centrale ed enti locali. All'aumento della pressione fiscale erariale si fa corrispondere una diminuzione di trasferimento ai Comuni, che peraltro si rivalgono con l'aumento dei tributi locali determinando un conseguente notevole incremento della pressione tributaria generale''. E' quanto afferma il presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, con riferimento alla relazione della Corte dei Conti sulla gestione finanziaria degli enti locali.

''I dati della Corte -aggiunge- sono tanto piu' allarmanti in quanto risultano aggiornati al 1996 e quindi non considerano l'aumento del 5% delle rendite catastali determinato ai fini Ici e Irpef, nonche' lo sfondamento della aliquota Ici fino al 7 per mille con conseguente effetto di trascinamento all'insu' dell'imposta. In questa situazione e' veramente abnorme, per non dire altro, che la lobby dei Comuni ottenga dalla debolezza del governo addirittura anche l'addizionale Irpef''.

(Sec/Pn/Adnkronos)