LAVORO: CIPOLLETTA, GOVERNO DICA NESSUN POSTO IN P.A.
LAVORO: CIPOLLETTA, GOVERNO DICA NESSUN POSTO IN P.A.

Vercelli, 27 lug. - (Adnkronos) - Sono le 150 mila assunzioni, promesse con l'Agenzia per il Lavoro, il motivo delle tensioni sociali di questi giorni. Pertanto, se il governo dira' apertamente che queste assunzioni non ci saranno mai, la protesta calera' subito.

Ne' e' convinto il direttore generale di Confindustria, Innocenzo Cipolletta, che a Vercelli, intervenendo all'assemblea degli imprenditori locali ha osservato: ''la protesta di questi giorni viene da chi spera di avere un posto pubblico e la colpa di questa protesta e' di chi ha cominciato a promettere posti pubblici inesistenti, come quando si e' cominciato a parlare dell'Agenzia per il Lavoro e della possibilita' di assumere 150 mila persone. La gente scende in piazza -ha aggiunto Cipolletta- perche' di fronte alla possibilita' che ci sia una discriminazione, che chi protesta venga assunto e chi non protesta no, diventa legittimo per tutti quanti protestare per ottenere l'assunzione. Per questo -ha concluso Cipolletta- il governo dichiari apertamente che non ci saranno mai queste assunzioni e la protesta calera' immediatamente''.

(Abr/Pn/Adnkronos)