POSTALMARKET: ANGELILLI (AN), DA UE NO A LICENZIAMENTI COLLETTIVI
POSTALMARKET: ANGELILLI (AN), DA UE NO A LICENZIAMENTI COLLETTIVI

Roma, 27 lug.(Adnkronos)- In base all'art.2 della direttiva del Consiglio 75/129/Cee del 17 febbraio 1975 relativi ai licenziamenti collettivi il datore di lavoro allorquando prevede di attuare licenziamenti collettivi, e' tenuto ad avviare tempestivamente consultazioni con i lavoratori per raggiungere un accordo. E' questa, secondo Roberta Angelilli, la riposta del commissario europeo Flynn circa la delicata questione Postalmarket.

''L'obiettivo -spiega Angelilli- dovrebbe essere quello di evitare o almeno ridurre i licenziamenti collettivi o di ridurne l'impatto sociale tramite misure sociali di accompagnamento, di riclassificazione o riconversione dei licenziati. L'unione europea non e' restata sorda alle forti proteste dei lavoratori dello Postalmarket che mese dopo mese stanno vedendo chiudere le sedi della societa' di vendita per corrispondenza e centiania di posti di lavoro andare in fumo''.

(Sec/As/Adnkronos)