CAMBOGIA: BENE L'OPPOSIZIONE, MALE HUN SEN
CAMBOGIA: BENE L'OPPOSIZIONE, MALE HUN SEN

Phnom Penh, 27 lug. - (Adnkronos/Dpa/Xin) - Si profila un'imprevista -almeno da parte del governo di Phnom Penh- vittoria delle opposizioni nelle elezioni politiche tenutesi domenica in Cambogia. I primi risultati danno in testa il partito monarchico Funcinpec del principe Norodom Ranariddh, figlio di re Sihanouk deposto un anno fa dalla carica di copremier nell'autogolpe attuato dal premier e ''uomo forte'' Hun Sen. Il Funcinpec e' seguito dal Partito popolare cambogiano (Cpp) di Hun Sen e dal partito omonimo dell'ex ministro delle Finanze Sam Rainsy, il ''Sam Rainsy Party'' (Srp). Il Ccp ha ottenuto piu' del 50 per cento dei voti nelle campagne, il serbatoio elettorale di Hun Sen, ma il Funcinpec e' in vantaggio in tutte le province piu' popolose del Paese.

''Non posso dire chi ha vinto, ma posso certamente dire chi ha perso -ha commentato Sam Rainsy- Il Cpp ha perso. Sperava nel 50 per cento e si dovra' accontentare di un terzo dei voti, un risultato disastroso''. In palio sono i 122 seggi del Parlamento di Phnom Penh e la formazione di un governo richiede una maggioranza qualificata dei due terzi (82 parlamentari): si prevede quindi un governo di coalizione, compito teoricamente piu' agevole per il Funcinpec e l'Srp, partito che raccoglie grandi consensi tra i giovani delle citta' che per il Cpp. Ma il partito di Hun Sen governa la Cambogia dal 1980, controlla Forze Armate, polizia, magistratura e media e potrebbe anche far mancare il quorum del 70 per cento necessario per la convocazione dell'Assemblea Nazionale. Ha votato oltre il 90 per cento dei 5,4 milioni di elettori registrati, la stessa affluenza registrata nelle elezioni tenutesi nel 1993 sotto la supervisione delle Nazioni Unite, quando vinse di stretta misura il Funcinpec.

(Ses/Pn/Adnkronos)