KOSSOVO: DA TIRANA NUOVE ACCUSE DI PULIZIA ETNICA A BELGRADO
KOSSOVO: DA TIRANA NUOVE ACCUSE DI PULIZIA ETNICA A BELGRADO

Tirana, 27 lug. (Adnkronos/dpa)- Tensione altissima nei balcani. Dopo l'offensiva lanciata nel kossovo dalla truppe serbe in questo weekend, Tirana torna ad accusare Belgrado di genocidio e di repressione di massa. ''E' in atto una vera e propria operazione di pulizia etnica'', ha dichiarato oggi in una conferenza stampa il ministro degli esteri albanese Paskal Milo, che ha denunciato il governo jugoslavo di violazione delle leggi internazionali per aver minato la zona di confine tra i due paesi. ''Una misura -ha commentato- per impedire ai profughi albanesi del Kossovo di sfuggire all'eccidio''.

Tirana ha anche protestato per gli ultimi incidenti verificatisi sul proprio territorio. ''Si tratta di gravi provocazioni -ha detto Milo, continuando a invocare una soluzione politica per il Kossovo- contro la sovranita' del nostro paese che le autorita' jugoslave devono fermare immediatamente''.

(Ses/As/Adnkronos)