DS: DIALOGO CON LA DESTRA? D'ALEMA DICA PER FARE COSA (3)
DS: DIALOGO CON LA DESTRA? D'ALEMA DICA PER FARE COSA (3)

(Adnkronos) - Anche un altro esponente della sinistra come Giorgio Mele ritiene ''necessario un bilancio rigoroso'' di questi ultimi mesi. La finanziaria e' alle porte, sostiene, 'vanno percio' attuati tutti gli sforzi necessari per affrontare nel miglior modo possibile l'autunno e la finanziaria''. Ma e' nel rapporto con la destra che le cose non vanno. ''Abbiamo sottovalutato - rileva il senatore diessino - il pericolo di una destra con un capo tutto teso a difendere i propri interessi e che ha rivelato uno spregio senza pari dei principi democratici e dell'opera della magistratura''.

Molto duro in proposito l'intervento del vice presidente del Senato Carlo Rognoni. La politica italiana, ha argomentato, e' influenzata dal fattore B.B.B, ovvero Berlusconi, Bossi e Bertinotti. Sul primo pesa ''un fattore anomalo e devastante come e' il conflitto di interessi''. Il leader di Fi ''traduce in politica le sue vicende giudiziarie. Come si fa a dialogare con chi afferma che condannandolo i giudici hanno fatto un golpe? La sola sola legge che Berlusconi capisce e' quella del piu' forte. Non possiamo piu' offrirgli l'altra guancia. Allo schiaffo di Berlusconi e' ora di rispondere non con uno schiaffo, ma con uno schiaffo e mezzo''.

(Ruf/As/Adnkronos)