DI BELLA: COMITATO GUIDA, TERAPIA NON HA ATTIVITA' ANTITUMORALE
DI BELLA: COMITATO GUIDA, TERAPIA NON HA ATTIVITA' ANTITUMORALE

Roma, 28 lug. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Nessun miglioramento, ne' completo ne' parziale, in nessuno dei 134 malati di tumore inseriti in quattro protocolli di sperimentazione della multiterapia Di Bella. A due mesi dall'inizio del trattamento, il 25% dei pazienti e' deceduto; in un caso su due il cancro e' progredito. Il 13% dei malati ha abbandonato la terapia, spontaneamente o su indicazione del medico, a causa dell'elevata tossicita'.

Questi i risultati di quattro (mammella, colon-retto, testa-collo, e malati terminali) dei nove protocolli della sperimentazione in corso sul multitrattamento Di bella, presentati oggi a Roma all'Istituto Superiore di Sanita'. ''L'MDB - ha sottolineato il prof. Giuseppe Benagiano direttore dell'ISS - non ha presentato alcuna attivita' antitumorale misurabile, indipendentemente dalla gravita' delle condizioni dei pazienti''. Questo pomeriggio, la Commissione oncologica nazionale, la Commissione unica del farmaco e il Comitato etico nazionale si riuniranno per esaminare questi risultati e invieranno immediatamente i loro pareri al ministro della Sanita', Rosy Bindi, a cui tocchera' decidere sul destino della sperimentazione.

''Dal ministro ci aspettiamo -afferma il prof. Dino Amadori, presidente degli oncologi italiani- che ponga fine alla somministrazione gratuita dei farmaci almeno per quelle patologie per le quali la sperimentazione non ha dimostrato alcuna efficacia del MDB. Non solo. Ai pazienti mi sento di dire di non sottoporsi a questa terapia''. (segue)

(Sal/As/Adnkronos)