DROGA: CONTROREPLICA DI PEDRIZZI AL CORA
DROGA: CONTROREPLICA DI PEDRIZZI AL CORA

Roma, 28 lug. - (Adnkronos) - Il sen. di An Riccardo Pedrizzi replica alle dichiarazioni del Cora , l'associazione del partito radicale sul caso della bambina che ha ingerito metadone. ''Il metadone no e' un farmaco qualunque, ma -dice il parlamentare- una droga di Stato e l'insieme delle condizioni che hanno portato alla morte della bambina di due anni, dimostra che esso non serve al fine per il quale viene prescritto e somministrato, cioe' ridurre il danno dell'eroina. E d'altronde, nemmeno il Cora riuscirebbe a persuaderci che il danno del veleno possa essere ridotto prescrivendo e somministrando altro veleno. Infatti - spiega Pedrizzi - la circostanza che il convivente della madre della bambina, dopo aver ritirato la dose di metadone al Sert, abbia fatto finta di assumerlo per poi invece appartarsi, insieme alla donna, per bucarsi e che proprio a causa dell'effetto dell'eroina i due non si siano accorti che la bambina stava ingerendo il metadone, la dice lunga su come tale prodotto non sia in grado di ridurre il danno, perche' anziche' sostituirsi ad altre sostanze, in teoria piu' dannose, va ad aggiungersi ad esse in un cocktail micidiale, patrocinato da quei distributori automatici che sono divenuti i Sert.

(Stg/Pn/Adnkronos)