IMMIGRATI: SCOTTI, NECESSARIE CHIAREZZA E FERMEZZA
IMMIGRATI: SCOTTI, NECESSARIE CHIAREZZA E FERMEZZA

Roma, 28 lug. - (Adnkronos) - Occorre una politica chiara e semplice. L'ex ministro dell'interno Vincenzo Scotti, che blocco' l'afflusso degli albanesi nel nostro Paese, sottolinea che il problema dell'immigrazione clandestina ''e' una questione che non riguarda solo il nostro Paese ma deve essere affrontata a livello europeo, soprattutto dai paesi che hanno aderito al trattato di Schengen''.

''Occorre avere - secondo Scotti - una politica chiara e semplice perche' ogni incertezza, ogni eccezione, rende poi ingestibile il tutto. Quando si decide di accettare gli immigrati nascono problemi non secondari: occorre trovare loro un lavoro, una casa e inserirli nella societa', perche' in caso contrario li si condanna all'emarginazione. La chiarezza e la fermezza sono essenziali per evitare situazioni insostenibili. Spesso, quando manca una scelta decisa, gli immigrati rischiano di diventare preda della criminalita'''.

Positivo il giudizio di Scotti sull'iniziativa del ministro degli Esteri Dini di stabilire rapporti con i Paesi fonte di immigrazione. ''Quando affrontai la questione delle migliaia di albanesi - ha detto Scotti - fui criticato per averli tenuti raccolti due giorni in un luogo. In breve pero' il problema fu risolto senza questioni di ordine pubblico e pur trattandosi di migliaia di persone. La fermezza aveva pagato e senza alcuna demagogia''.

(Sin/Zn/Adnkronos)