MINORI: IN OGNI REGIONE UN ''GARANTE'' DEI DIRITTI (2)
MINORI: IN OGNI REGIONE UN ''GARANTE'' DEI DIRITTI (2)

(Adnkronos)- L'Ufficio ha quindi la facolta' di segnalare i casi di minori in ''situazioni di rischio o di pregiudizio'', di sollecitare le burocrazie a varare aiuti, a trasmettere memori alla magistratura incaricata di decidere in provvedimenti in cui siano coinvolti bambini. Il garante potra' anche impugnare provvedimenti delle amministrazioni e intervenire nell'interesse del minore in ogni procedimento penale o civile. E poi prevista la possibilita' che il garante possa essere nominato tutore provvisorio di minori in difficolta'. Questo nuovo organismo non si sovrappone, comunque, all'attivita' dei servizi e degli Enti Locali ma, nello spirito della legge, potra' essere ''un interlocutore prezioso degli stessi''.

Ogni anno l'Ufficio dovra' consegnare al Consiglio regionale una relazione sulla condizione dell'infanzia nella Regione, sui problemi rilevati e sulle risposte date dai servizi e dalle risorse, sull'attivita' svolta che dovra' essere pubblica. Viene quindi prevista una ''Conferenza dei garanti'' per assicurare omogeneita' di indirizzo e gli opportuni collegamenti con l'Osservatorio nazionale per l'Infanzia e l'Adolescenza. Infine, presso il Dipartimento per gli affari sociali viene istituita una linea telefonica nazionale ''per reperire prontamente le situazioni di rischio di violazione dei diritti e per smistare la segnalazione ai servizi competenti o all'Ufficio di garanzia''.

(Ste/As/Adnkronos)