MINORI: IN OGNI REGIONE UN ''GARANTE'' DEI DIRITTI
MINORI: IN OGNI REGIONE UN ''GARANTE'' DEI DIRITTI

Roma, 28 lug. (Adnkronos)- Una figura istituzionale, autonoma ed imparziale, che assicuri che i diritti dei minori siano ''non solo astrattamente riconosciuti ma anche effettivamente goduti'', una figura di riferimento tra la societa' civile e istituzioni. Questa, in estrema sintesi, l'idea del ''tutore'' dell'infanzia, quale emerge dalla bozza di disegno di legge per l'istituzione ''dell'Ufficio del garante per l'Infanzia e l'Adolescenza'' pronta al ministero degli Affari Sociali in attesa di essere presentata, molto probabilmente in autunno, in Consiglio dei Ministri.

Il testo, che dovra' passare anche al vaglio degli altri ministeri interessati e che dovra' trovare una copertura finanziaria, prevede l'istituzione, in ogni regione, di un Ufficio di garanzia per l'infanzia e l'adolescenza per ''assicurare la piena attuazione di tutti i diritti riconosciuti ai cittadini e alle cittadine di minore eta' a qualsiasi nazionalita' appartengano''. saranno le regioni a determinare l'articolazione territoriale di tali uffici, a stabilire i requisiti professionali e personali e le modalita' di designazione dei responsabili, i requisiti professionali del personale e le modalita' di funzionamento e le risorse.

Il garante sara' comunque autonomo rispetto alle burocrazie regionali, indipendente rispetto alle forze politiche, libero nello svolgimento e, naturalemnte imparziale. Tra i suoi compiti quello di ''diffondere la conoscenza dei diritti individuali, sociali e politici dell'infanzia e dell'adolescenza'', quello di ''dare impulso alla concreta realizzazione'', ''vigilare sulle attivita' e i provvedimenti della pubblica amministrazione'' che possano incidere negativamente sull'infanzia, ''accogliere ogni segnalazione'' proveniente si da minori che da adulti o da associazioni ed enti di violazioni dei diritti, ma anche quello di rappresentare i diritti e gli interessi dell'infanzia presso tutte le sedi, istituzionali e non. (segue)

(Ste/As/Adnkronos)