MINORI: POZZA TASCA, GARANZIE ANCHE CONTRO RITARDI ISTITUZIONI
MINORI: POZZA TASCA, GARANZIE ANCHE CONTRO RITARDI ISTITUZIONI

Roma, 28 lug. (Adnkronos)- Se fosse gia' stato istituito il ''Difensore civico'' avrebbe potuto garantire molti minori anche dai ritardi delle istituzioni. Ad esserne convinta Elisa Pozza Tasca, parlamentare del Patto Segni, che giudica ''intempestivo'' l'annuncio, da parte del ministro Turco della prossima presentazione di un disegno di legge per l'istituzione di un difensore civico per l'infanzia.

''Ho presentato una proposta di legge sull'istituzione del difensore civico per l'infanzia il 20 novembre del 1997, anniversario della firma della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo, quindi mi sembra alquanto intempestivo questo intervento del Governo dopo la tragedia del piccolo Simeone''.

''Come vice-presidente della Commissione Infanzia del Consiglio d'Europa avevo ottemperato a quanto prevede la Strategia europea dell'infanzia, che raccomandava a tutti gli Stati Membri di istituire una siffatta figura. E a Strasburgo -prosegue la parlamentare- ho presentato la proposta di istituire un ombusdman europeo, al fine di coordinare l'attivita' di promozione e di difesa dei minori dei singoli stati nazionali. L'istituzione di un garante o difensore civico e' improcastinabile, perche' tutelerebbe l'infanzia anche dai ritardi delle istituzioni. Se una figura simile fosse stata gia' operativa nel nostro paese, sicuramente avrebbe potuto accelerare l'iter della legge sullo sfruttamento sessuale dei minori che da quasi tre anni rimbalza tra Camera e Senato. Non si puo' infatti pensare di dare risposte concrete ai temi dell'infanzia solo cavalcando l'onda emotiva di drammatici fatti di cronaca: bisogna creare invece -conclude Elisa Pozza Tasca- degli strumenti che consentono di prevenire tragedie annunciate come quelle di Ostia''.

(Ste/Zn/Adnkronos)