DOPING: NUOVA PROTESTA DEI CORRIDORI AL TOUR, TAPPA ANNULLATA
DOPING: NUOVA PROTESTA DEI CORRIDORI AL TOUR, TAPPA ANNULLATA

Albertville, 29 lug. - (Adnkronos) - E' stata una tappa da incubo quella che si e' corsa oggi al Tour de France da Albertville a Aix-Les-Bains. Ed a farla da padrone e' stato ancora una volta il doping, scandalo che molti avevano negli ultimi giorni dimenticato grazie alle imprese di Marco Pantani. I 134 ''sopravvissuti'' della Grande Boucle hanno infatti inscenato una clamorosa protesta, fermandosi due volte lungo il percorso e togliendosi il numero di gara, per il ''trattamento umiliante'' riservato ai corridori della squadra olandese della TVM, le cui stanze sono state ieri sera perquisite dalla polizia francese ed i corridori sottoposti fino a mezzanotte ad analisi del sangue e delle urine.

Il plotone si e' fermato la prima volta a Saint-Jorioz, 32 chilometri dopo la partenza della 17ma tappa, riprendendo poco dopo la corsa senza il numero di gara sulle spalle: una implicita richiesta alla direzione del Tour di annullare la frazione. Il danese della Telekom, Bjarne Riis, uno dei veterani del Tour ha quindi esposto le lamentele dei corridori a direttore del Giro di Francia, Jean-Marie Leblanc, al quale ha chiesto di rendersi latore di un messaggio alla gendarmeria francese affinche' ponga fine a questa ''caccia alle streghe''.

Dopo appena un'ora, i corridori hanno deciso di manifestare ancora la loro protesta fermandosi nuovamente per poi riprendere la tappa ad andatura molto lenta. Solidarieta' nei confronti dei corridori e' stata a questo punto espressa anche direttore del Tour de France, che dopo aver annunciato la ''neutralizzazione'' della tappa ma chiesto agli atleti di concludere comunque il Tour de France, ha invitato la polizia e le autorita' francesi a ''non trattare gli atleti come criminali ma come uomini di sport'' nella loro inchiesta sul doping. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)