BORSA: CHIUDE IN RIBASSO UNA SETTIMANA NEGATIVA
BORSA: CHIUDE IN RIBASSO UNA SETTIMANA NEGATIVA

Milano, 31 lug. (Adnkronos) - Dopo il bel progresso della vigilia piazza Affari corregge e amplia il ribasso sul finale trascinata, assieme alle altre Borse europee, dal calo di Wall Street. Archivia cosi' una settimana negativa con tre sedute pesanti, al punto che il Mibtel lascia sul terreno da venerdi scorso ad oggi il 2,81% e il Mib 30 il 3,17.

Gli indici si attestano rispettivamente a quota 24.460 il telematico (-0,96%) e a 36.555 il Mib 30 (-1,16). Piu' resistente il Midex (-0,14%) peggiore il Fib 30 (-1,34%) tornato sotto i 36 mila punti. Gli scambi, con ordini di vendita consistenti sui titoli guida, salgono a 3.048 mld di controvalore dai 2.507 della vigilia. Ad andare in netta controtendenza sono alcuni bancari, soprattutto la coppia Imi-San Paolo To che festeggia il varo della fusione con un'ottima seduta, chiudendo pero' sotto ai massimi. Imi sale del 2,85% a un ultimo prezzo di 32.150 contro il +4,92% ufficiale; San Paolo To chiude a 30.650 (+1,35%) dal +4,74% del valore ufficiale.

Stessa sorte per Banca Roma che dopo i dati semestrali e' salita sino a un massimo di 4.220, per attestarsi infine a 4.080 (+1,42%), riuscendo a spingere Comit (+3,94% a 13.250) sul cui matrimonio il mercato non smette di puntare. Molti i titoli che ampliano le perdite col listino. E' il caso di Generali che chiude a 67.100 (-1,74%) di Fiat (-2,42% a 7.250), di Eni (-2,13% a 11.420), nonche' di Telecom Italia (-0,94% a 15.150) che pero' va meglio di Tim (-2,41% a 11.710) nel giorno della sostituzione di Gamberale.

Per non parlare di Mediaset che da una limatura ufficiale dello 0,25% chiude a un last di 11.055 (-3,46%). Scivolone di Edison (-2,56%) e di Ras (-3,43%). Resta in i equilibrioo Benetton (-0,06%) dopo l'acquisto del 4% di Pirellina, quest'ultima in ribasso di oltre il 2% assieme a Pirellona. (segue)

(Plu/As/Adnkronos)