FISCO: ACCERTAMENTI BLOCCATI AGLI UFFICI IVA, MANCA SOFTWARE
FISCO: ACCERTAMENTI BLOCCATI AGLI UFFICI IVA, MANCA SOFTWARE

Roma 31 lug. (Adnkronos)- Da circa 4 mesi gli uffici Iva non emettono avvisi di accertamento e rettifica: a determinare il blocco e' la mancanza del nuovo programma di software necessario dopo l'entrata in vigore del nuovo sistema sanzionatorio il primo aprile scorso. Gli accertamenti lavorati dagli uffici, ma non ultimati sono circa 50.000. A denunciare lo stato di difficolta' operativa degli uffici Iva e' il segretario del Salfi, sindacato autonomo lavoratori finanziari, Renato Plaja.

''In pratica -spiega Plaja- con l'entrata in vigore delle nuove sanzioni tributarie a partire dal primo aprile scorso e' stata disattivata la procedura di emissione automatica degli avvisi di accertamento e rettifica. E cio' in attesa che fosse adottato un nuovo software. Ma a distanza di 4 mesi il ministero delle finanze non ha ancora emanato la necessaria circolare e solo nei giorni scorsi la Sogei ha predisposto il software che dovrebbe essere operativo dal prossimo 4 agosto''.

Il ritardo nell'adozione della circolare, rischia di determinare in molti uffici, ad avviso del Salfi, una situazione di caos, e non e' da escludere che con l'approssimarsi della scadenza di fine anno si riproporranno situazioni critiche. ''Oltre 50.000 accertamenti gia' lavorati -spiega Plaja- dovranno essere ripresi per l'immissione nel sistema informatico e l'emissione dell'avviso di accertamento. Cio' determinera' nel terzo quadrimestre dell'anno una situazione di sovraccarico di lavoro. Gli uffici infatti oltre all'attivita' programmata dovranno anche provvedere a recuperare l'arretrato con il rischio di nuovi casi di cartelle pazze''.

(Ric/As/Adnkronos)