RIFIUTI: SCATTA OBBLIGO ISCRIZIONE CONAI
RIFIUTI: SCATTA OBBLIGO ISCRIZIONE CONAI

Roma, 31 lug. (Adnkronos) - Alla Camera e' stato approvato l'emendamento al Decreto Ronchi che sanziona la non iscrizione al Conai da parte di produttori, utilizzatori e distributori di imballaggi. Per oltre un milione e mezzo di aziende diventa obbligatorio aderire al Consorzio Nazionale Imballatti (Conai) perno del nuovo sistema di gestione degli imballaggi voluto dal Decreto Ronchi (Dlgs n.22/97) che gestira' il recupero e il riciclo di almeno il 50% (4,5 milioni di tonnellate) di imballaggi in carta, vetro, plastica, legno, acciaio e alluminio immessi sul mercato che, cosi' facendo, non finiranno in discarica.

Sanzioni amministrative pecuniarie he vanno da un minimo di 15 milioni ad un massimo di 90 sono previste per produttori ed utilizzatori di imballaggi che non adempiono all'obbligo di adesione al Conai con conseguente versamento dei contributi pregressi. Nel Consiglio di Amministrazione straordinario tenutosi questa mattina a Milano, il Presidente Conai, Piero Capodieci, ha chiesto ai Presidenti dei Consorzi di filiera ed alle Associazioni di categoria di farsi parte diligente nel sensibilizzare i propri associati ad una adesione in tempi rapidi al Conai.

Questa mattina il Cda Conai ha inoltre ratificato all'unanimita' il contributo ambientale, in conto alle imprese, da evidenziare in fattura dal primo ottobre 1998 e con validita' fino al 30 giugno 1999. Tale contributo servira' a finanziare il sistema di gestione degli imballaggi e dei rifiuti da imballaggi sviluppandolo in modo efficace, efficiente ed economico, allineando cosi' l'Italia al resto d'Europa. Piu' precisamente sono stati stabiliti i seguenti importi:

Lit. 140 per ogni kg. di imballaggi in plastica Lit. 100 per ogni kg. di imballaggi in alluminio Lit. 30 per ogni kg. di imballaggi in carta Lit. 30 per ogni kg. di imballaggi in acciaio Lit. 5 per ogni kg. di imballaggi in legno Lit. 5 per ogni kg. di imballaggi in vetro (segue)

(Com/As/Adnkronos)