SAN PAOLO-IMI: ARCUTI, NIENTE ESUBERI SE C'E' FLESSIBILITA'
SAN PAOLO-IMI: ARCUTI, NIENTE ESUBERI SE C'E' FLESSIBILITA'

Torino, 31 lug. (Adnkronos) - La fusione tra San Paolo-Imi potrebbe anche non dar luogo ad esuberi, a condizione, pero', che il personale cambi mentalita', si riqualifichi e punti alla flessibilita'. E' quanto ha lasciato intendere, durante l'assemblea straordinaria convocata per dare il via libera al progetto di fusione con l'Imi, il presidente del San Paolo, Luigi Arcuti. ''Credo che ci siano esuberi anche qui come a Roma- ha detto rispondendo ad un azionista-. Credo pero' che ci sia posto per tutti se si va verso un'attualita' diversa da quella espressa fino ad oggi. Bisogna riformare la mentalita' con l'accettazione della flessibilita'. Se si riesce in questo obiettivo credo che sara' necessario assumere anziche' dismettere''.

Il presidente dell'Istituto bancario torinese ha poi precisato che ''il consiglio di amministrazione ha ben presente questo problema. E' stata nominata un'apposita commissione a cui partecipano gli amministratori delegati e i responsabili della struttura che in brevissimo tempo, entro tre mesi, dovranno delineare i compiti del personale per raggiungere qualita' e redditivita'. Le rigidita' -ha concluso Arcuti- devono trasformarsi in flessibilita' perche' andiamo a confrontarci a livello europeo''.

(Abr/As/Adnkronos)