GIORDANIA: AMICI E NEMICI AI FUNERALI DI RE HUSSEIN
GIORDANIA: AMICI E NEMICI AI FUNERALI DI RE HUSSEIN

Amman, 8 feb. - (Adnkronos) - Re Hussein di Giordania e' riuscito ancora una volta a riunire insieme nemici ed amici. Durante il funerale del sovrano giordano infatti si sono trovati vicini il presidente siriano Assad, il primo ministro israeliano Benjiamin Netaniahu, il capo del Mossad, Efraim Halevy, il presidente dell'Autonomia palestinese, Yasser Arafat, e ancora il presidente americano, Bill Clinton -accompagnato da tre ex presidenti Jimmy Carter, George Bush e Gerald Ford- e Saif al Islam, il figlio maggiore del leader libico, Muammar al Gheddafi, ed un vice presidente iracheno Taha Marouf. Un aspetto importante se si considera che la Libia e' tra i primi nella lista americana dei paesi definiti terroristi e che tra gli Stati Uniti e l'Iraq continuano ancora schermaglie e lanci di missili.

Il feretro del sovrano, avvolto completamente nella bandiera giordana e portato a spalla da otto ufficiali dell'esercito giordano, e' uscito dalla residenza reale di Baab el-Salam, per essere posto su un fuoristrada, un Land Rover militare addobbato di grandi mazzi e corone di gigli, a bordo del quale quale ha raggiunto il Raghadan Palace. A salutarlo in lacrime sulla soglia della residenza, la vedova di Re Hussein, la regina Noor e tutte le altre donne della famiglia reale, rigorosamente vestite di nero con un grande foulard bianco sul capo. (segue)

(Giz/Zn/Adnkronos)