ANM: E DAVIGO BATTE IL GIOVANE UDITORE SOLO PER TRE VOTI
ANM: E DAVIGO BATTE IL GIOVANE UDITORE SOLO PER TRE VOTI
I RISULTATI DEFINITIVI DELLE ELEZIONI, IL 28 SI RIUNISCE CDC

Roma, 23 feb. (Adnkronos) - Alla fine, Piercamillo Davigo ce l'ha fatta per un soffio a riconquistare il seggio nel 'parlamentino' dell'Associazione nazionale magistrati. Il pm del pool milanese ha battuto per solo tre voti il giovane uditore Cosimo Maria Ferri, figlio dell'ex ministro Enrico: 283 a 280. I risultati ufficiali delle elezioni di due settimane fa per il rinnovo del comitato direttivo centrale del sindacato delle toghe confermano, in sostanza, i dati che gia' si conoscevano: rispetto alle elezioni del '96, un seggio in meno per Unicost e i Movimenti, a vantaggio di Magistratura democratica e Magistratura indipendente.

Unicost si conferma la corrente di maggioranza, con 2.532 voti (37,20 pc) e 14 seggi, ma perde il 4,5 pc rispetto alle elezioni precedenti; a seguire, Md con 1.858 voti (27,6 pc) e 10 seggi, che guadagna circa il tre pc; Mi con 1.446 voti (22,23 pc) e 8 seggi, che segna un +2,6 pc; e i Movimenti con 835 voti (12,81 pc) e 4 seggi, la cui percentuale di voti resta sostanzialmente invariata (nel '96 aveva ottenuto il 12,98). In tutto, alle urne si sono recati 6.768 magistrati: 6.671 i voti validi, 59 le schede bianche, 38 quelle nulle.

Il candidato piu' votato e' Antonio Martone (Unicost), sostituto pg in Cassazione: ha ottenuto 1.068, superando di gran lunga il secondo degli eletti della sua corrente, l'ex consigliere del Csm Giuseppe Gennaro (711), oggi sostituto pg a Catania. Il primo degli eletti, nelle file di Md, e' il gip milanese Claudio Castelli, anche lui ex componente dell'organo di autogoverno dei magistrati: con i suoi 531 voti ha avuto la meglio sul segretario della corrente Vittorio Borraccetti, piazzatosi secondo con 503 voti. Nella lista di Mi, invece, il piu' votato e' Giuseppe Cariti (473 voti), sostituto pg a Firenze, che e' riuscito a piazzarsi prima dell'ex presidente dell'Anm Mario Cicala (415 voti). Infine, per i Movimenti il primo degli eletti e' Franco Roberti, sostituto della Dna, che ha ottenuto 157 voti. (segue)

(Arc/As/Adnkronos)