ELEZIONI: RUTELLI A MARINI, BASTA POLEMICHE CON PRODI
ELEZIONI: RUTELLI A MARINI, BASTA POLEMICHE CON PRODI
ECCO LE CONSEGUENZE DELLA MANCATA LISTA UNICA DELL'ULIVO

Beirut, 23 feb. (Dall'inviato dell'Adnkronos Enzo Bonaiuto) - Gli echi della politica italiana in vista delle elezioni europee arrivano anche in Libano dove il sindaco di Roma Francesco Rutelli ha programmato una visita di due giorni con incontri diplomatici e d'affari. Il leader del Ppi Marini si e' detto ''alternativo a Prodi'': commento? ''Anche se in questo istante stiamo camminando sulla linea verde (quella che divise in guerra i cristiano-maroniti dai musulmani, ndr) preferisco non farmi trascinare dagli scontri e dalle polemiche. Il nostro impegno e' teso a rafforzare e se altri vogliono fare polemiche e' una loro scelta, certamente non la nostra -risponde Rutelli all'Adnkronos- noi crediamo di presentare una proposta positiva e costruttiva; forse, proprio per questo, perche' non abbiamo un atteggiamento polemico, stiamo trovando molti consensi''.

Gli scontri con il Ppi e con i Ds sono anche l'effetto del sistema elettorale proporzionale col quale si vota alle europee e che tende piu' a rimarcare le differenze che non le intese tra forze dello stesso schieramento? Per Rutelli ''e' anzitutto conseguenza del fatto che purtroppo non si e' potuta organizzare una lista unica dell'Ulivo, sia per ragioni politiche, sia anche per ragioni elettorali. Ma quello che conta e' fare una campagna in cui ognuno porti i suoi argomenti positivi''.

Mancano 4 mesi alle elezioni: e alla decisione o meno di candidarsi in prima persona? ''Per ora questa scelta non e' all'ordine del giorno -risponde Rutelli- quando verra' il momento, si vedra' quale potra' essere il mio contributo politico. Per ora, il mio impegno ultrapredominante e' quello di sindaco di Roma, al servizio della mia citta'.

(Bon/Pe/Adnkronos)