FINANZIAMENTO PARTITI: PASSA TESTO BASE - NO DI AN, FI, IDV (2)
FINANZIAMENTO PARTITI: PASSA TESTO BASE - NO DI AN, FI, IDV (2)
RIMBORSO DI 4 MILA LIRE PER OGNI AVENTE DIRITTO AL VOTO

(Adnkronos) - Fino a qualche giorno fa era parso che fosse quella del 'doppio binario' la soluzione giusta: da un lato un rimborso elettorale piu' sostanzioso di quello gia' previsto per legge (e non toccato dal referendum del '93), ma piu' basso, su richiesta di An, delle 4 mila lire per ogni avente diritto al voto previste dalla proposta elaborata dai tesorieri dei partiti. Dall'altro l'istituzione di una contribuzione volontaria dell'8 per mille sulla dichiarazione dei redditi, con l'obbligo pero' di specificare il partito destinatario dell'erogazione. L'8 per mille, tuttavia, e' rimasto solo sulla carta. Anzi, neanche su quella, dal momento che si e' trattato soltanto di un'ipotesi formulata in comitato ristretto ma mai formalizzata. Cosi' e' rimasta in campo solo la proposta originaria, quella dei segretari amministrativi dei partiti. Proposta alla quale si sono opposti fino alla fine Alleanza nazionale, Forza italia e Italia dei valori.

Il tesoriere della Lega, Maurizio Balocchi, coordinatore dei segretari amministrativi e primo ispiratore del provvedimento che reca la sua firma, e' convinto che il provvedimento passera' in aula, nonostante l'opposizione di An, Fi e Idv. ''Una questione di numeri e non solo'', spiega, sottolineando come la proposta trasformata in testo base e approvata dalla commissione rechi anche la firma di Giovanni Dell'Elce, tesoriere di Forza italia. E poco importa, secondo Balocchi, che successivamente sia stato in qualche modo smentito dalla posizione assunta dal suo partito ''perche' non tutti all'interno di Forza italia sono contrari al provvedimento''. (segue)

(Fer/Pe/Adnkronos)