FINANZIAMENTO PARTITI: PASSA TESTO BASE - NO DI AN, FI, IDV (3)
FINANZIAMENTO PARTITI: PASSA TESTO BASE - NO DI AN, FI, IDV (3)
AN A VIOLANTE, NO A CONTINGENTAMENTO TEMPI DOPO DIBATTITO

(Adnkronos) - Piu' compatta appare invece An che ha scritto al presidente della Camera chiedendo l'applicazione dell'articolo 24 del nuovo regolamento che esclude il contingentamento dei tempi, dopo la discussione generale, per provvedimenti che rivestano ''grande importanza politica, sociale ed economica''. Una risposta e' attesa per domani in sede di Conferenza dei capigruppo. Intanto Balocchi annuncia un emendamento che renda obbligatoria la richiesta per l'erogazione dei fondi: ''vedremo allora -dice- se An perdera' i soldi fino a quando non vi saranno dati definitivi dal ministero delle Finanze sul 4 per mille, oppure perdera' la faccia. Io credo che perdera' la faccia...''.

Risolta anche la questione del finanziamento a Udr e Comunisti italiani. Attraverso una norma transitoria che si riferisce al contributo del 4 per mille del 1997 erogato dai cittadini con la dichiarazione dei redditi presentata nel '98. In sostanza, il finanziamento si riferisce al partito di appartenenza di quanti ora sono nell'Udr e nel Pdci, ma che due anni fa militavano in formazioni politiche che hanno partecipato ad elezioni. E Udr e Pdci possono usufruire di questa 'una tantum' (ma dal 2000 questo meccanismo non ci sara' piu') perche' hanno formato gruppi parlamentari. Diversa la situazione per quei parlamentari che hanno cambiato casacca ma che oggi non fanno parte di un gruppo. La loro 'quota' restera' al gruppo originario di appartenenza. (segue)

(Fer/Pe/Adnkronos)