RIFORME: MARINI, C'E' TEMPO PER CAMBIARE LEGGE ELETTORALE (2)
RIFORME: MARINI, C'E' TEMPO PER CAMBIARE LEGGE ELETTORALE (2)
DIBATTITO SULLE PORTE APERTE NEL PPI

(Adnkronos) - La 'difesa' di Marini e' stata accettata da Guido Bodrato 'con riserva'. Il direttore del 'Popolo' ha ritirato le sue dimissioni, riversandosi pero' un ulteriore chiarimento con il segretario in un colloquio a quattr'occhi che dovrebbe avvenire domani. Oltre alla sua voce, anche Ciriaco De Mita si e' fatto sentire. In sintonia con il segretario nel ribadire che ''la proposta di maggioranza non e' blindata. Se ne riparlera' comunque dopo il referndum -dice l'ex leader Dc- e sara' meglio, visto che anche noi al nostro interno non la pensiamo tutti nello stesso modo''. D'accordo anche con Pierluigi Castagnetti, De Mita ha pero' criticato la gestione dei passaggi che hanno portato il Ppi a sostenere la proposta del governo: troppo schiacciati su D'Alema e i Ds. Tanto piu' che, secondo De Mita, D'Alema non dimostrato un gran fair play.

Secondo tema all'attenzione dell'ufficio politico, gli interlocutori primari del Ppi. Non piace a Sergio Mattarella e Pierluigi Castagnetti l'ipotesi delle 'porte aperte' ai moderati. ''E' una delle poche cose sulle quali sono d'accordo conm Mattarella'' dice Castagnetti. ''E' una delle poche cose che ci dividono'' replica pronto Marini che difende la sua linea: ''perche' non dobbiamo accoglierli, se vengono da noi con il capo cosparso di cenere?''. Su questa base, anche l'ala piu' 'a sinistra' sembrerebbe disponibile ad accettare da ''semplice iscritto'' persino il ritorno di Rocco Buttiglione.

Castagnetti caldeggia invece le porte aperte verso Prodi e il suo movimento. E fa notare che in periferia il divorzio dall'ex premier e' difficile da far digerire e complicato da gestire. Cosi', l'orientamento del Ppi sarebbe quello di accettare ''eccezioni anche numerose'' alla decisione di correre da soli. Non solo per le elezioni amministrative, ma anche per le europee. In particolare, per la circoscrizione del Nord Est, e' in ballo un'alleanza con Prodi sulla base della Lista Margherita e del Ppi.

(Cor/As/Adnkronos)