UE: MARTINO, CANDIDATURA PRODI ORMAI COMPROMESSA
UE: MARTINO, CANDIDATURA PRODI ORMAI COMPROMESSA
MA PER ITALIA CI POTREBBE ESSERE ANCORA QUALCHE POSSIBILITA'

Roma, 23 feb. (Adnkronos) - La candidatura di Romano Prodi alla presidenza della commissione Europea ''ormai e' compromessa''. Lo sottolinea l'ex ministro degli Esteri Antonio Martino, secondo il quale questo ''in parte e' dovuto alla responsabilita' dello stesso Prodi. Se infatti uno si mette a fare politica non di parte, ma di fazione, si divide il consenso all'interno del proprio Paese e quindi le sue possibilita' si riducono. Per aspirare a cariche di questo genere, infatti, come dimostra ad esempio l'esperienza della Spagna, occorre il consenso di tutte le forze politiche''.

Secondo Martino tuttavia la vicenda nel suo complesso e' stata gestita male dal governo italiano: ''occorreva puntare su un candidato socialista, ad esempio Giuliano Amato, visto il principio dell'alternanza fra Popolari e socialisti, e poi raccogliere il consenso di tutte le forze politiche''. Per l'ex ministro degli Esteri il nostro Paese potrebbe comunque avere ancora qualche chances: ''poiche' occorre il consenso di tutti i governi -spiega- se alla fine non si riuscisse a trovare un accordo potrebbe riacquistare quota una candidatura italiana''.

(Sam/As/Adnkronos)