DEMOCRATICI: D'ALEMA, NON VOGLIO POLEMIZZARE CON PRODI
DEMOCRATICI: D'ALEMA, NON VOGLIO POLEMIZZARE CON PRODI
SPERO CHE NON SIA UNA MINACCIA PER DS E PPI

Roma, 2 mar. (Adnkronos) - ''Non entro nella discussione se il nuovo partito di Prodi-Di Pietro-Sindaci sia piuttosto una minaccia per i Ds o per il Ppi. Vorrei che non fosse una minaccia per nessuno. Soprattutto non vorrei che rappresentasse una minaccia per le forze che fanno parte della coalizione di centro-sinistra. Rispetto il diritto di chiunque di costituire dei partiti. Quello che non trovo apprezzabile e' la solita polemica che in questa operazione si innesta nei confronti degli altri partiti del centro-sinistra...''. Cosi' il presidente del Consiglio Massimo D'Alema ha risposto ad un ascoltatore di 'Radio anch'io' che gli chiedeva se i neonati Democratici di Prodi-Di Pietro-Sindaci possano costituire una minaccia per i Ds o il Ppi, e piu' in generale per il centro-sinistra.

''Per quanto mi riguarda -ha precisato D'Alema- il mio obiettivo non e' polemizzare con Prodi, anche perche' ho la responsabilita' di governare il Paese. Ma, semmai, sono preoccupato che in questa competizione non si indebolisca una grande forza di sinistra europea perche' credo che l'esistenza in Italia di una forza significativa del socialismo europeo e' una ricchezza per il nostro Paese e non solo per la sinistra. Sono a Milano con tutti i primi ministri socialisti europei per partecipare appunto al Congresso del Pse, non certo per incontrare qualche comitato...''.

D'Alema infatti ha ricordato al radioascoltatore di essere stato tra quelli che hanno costituito i comitati Prodi. Tutti noi -ha aggiunto- abbiamo scelto e sostenuto Romano Prodi come candidato del centro-sinistra, senza riununciare ad essere noi stessi, senza rinunciare alla convinzione che in Italia sia necessaria una grande forza di sinistra europea riformista perche' questa e' una delle condizioni fondamentali affinche' il centro-sinistra possa governare questo Paese''.

(Vam/Gs/Adnkronos)